2 febbraio 2008.

2 febbraio 2008. Festa a sorpresa, per Umberto, per festeggiare il suo compleanno.
A sua insaputa, organizzamo una serata in compagnia, anche con amici che lui non vedeva spesso e che non si aspettava di ritrovare proprio quella sera.
Gli cantammo la canzone di auguri, spense le candeline, scattai numerose foto.

È trascorso un anno da quel giorno.
Durante quest’anno, è accaduto quell’evento incredibile che ha causato la morte di Umberto.
E allora mi chiedo, al di là di qualsiasi retorica e qualsiasi sentimento, e con animo oramai sereno, se un anno fa festeggiavamo il compleanno di Umberto e ieri mattina ne veniva celebrata una Santa Messa in ricordo,
dov’è, se esiste, il “Senso della vita” in questa storia?

Lascia un commento