Per sempre. Senza di lui

19 febbraio. Sono trascorsi quattro mesi. Ma sembrano quattro anni, quattro secoli. I giorni sono infiniti. Si trascinano stancamente, faticosi, dolorosi. Sembra non ci sia più niente da fare. Nessun motivo per continuare. I ricordi si affollano e sbattono con violenza nella testa. E’ l’unica cosa che rimane. Insieme all’amore che provo per lui. So che se potesse mi guarderebbe con il suo faccino, con il sorriso abbozzato e mi direbbe, come sempre quando ero un pò triste o mi ponevo le mie mille e più domande per ogni cosa: Tesò ma vuo’ finì! E mi stringerebbe forte chiamandomi tormentina mia. Ma come si fa a convivere con il dolore, il vuoto, la solitudine? Senza di lui. Per sempre.
Maria Rosaria

Lascia un commento