ricordi

Manca davvero poco al 15 maggio,ed ogni giorno mi viene in mente un ricordo,dall’ espressione di giuseppe quella notte,al tuo ingresso in quella maledetta sala..ore trascorse davanti a quella porta,ogni volta che si apriva si fermava il cuore.Ricordo uno dei tuoi tanti controlli,dove ,aspettando il tuo turno ti prendevo in giro,mi bastava vederti fuori di li’ per sperare,solo che ad un certo punto nn mi avvisavano piu’,bhè la colpa fu mia perchè nn volevo vederti rientrare in quella sala.Quanto mi sarebbe piaciuto sapere cosa pensavi,cosa ti passava per la testa,se davvero ci sentivi,o se sentivi gli infermieri che dicevano:”mmm agli ordini “per prendermi in giro quando mi vedevano arrivare,ti ho rivolto tante di quelle domande, che in altre circostanze chissà come avresti reagito..tante domande,ma nessuna risposta..il silenzio eterno..E con chi devo prendermela??Proprio non lo so,so solo che sono stanca, siamo tutti stanchi,che dici umbè ci aiuteresti un pò,quanto basta per andare avanti..Certo che quelle rare volte che scrivo qualcosa sono una tristezza, questi pensieri potrei tenerli per me,ma quando scrivo ho come l’ impressione di parlare con te e tu nn fare la solita faccetta lassu’..nn farti riconoscere subito..A presto fratellone..

Lascia un commento