Vuoto D’Amore

Io sono folle, folle,
folle di amore per te.
Io gemo di tenerezza
perchè sono folle, folle,
perchè ti ho perduto.
Stamane il mattino era sì caldo
che a me dettava quasi confusione,
ma io ero malata di tormento
ero malata di tua perdizione.
[Alda Merini – Vuoto D’Amore]

E’ vero amore mio,
ho un vuoto, un vuoto d’amore.
Più che vuoto lo chiamerei abisso.
Ancora, di nuovo, per sempre.
Quante cose avremmo potuto fare insieme.
Quanta strada avremmo percorso.
Avremmo potuto sposarci e stare insieme,
sempre. Per sempre.
Sposarsi è facile, restare insieme
terribilmente difficile.
Ne abbiamo parlato tante volte.
Avremmo potuto avere un figlio,
eri riuscito anche in questo.
Avevi già deciso tutto,
sesso e nome per il primo,
sesso e nome per il secondo.
Ho sempre avuto paura di diventare mamma.
Ne abbiamo parlato tante volte.
Ma con te vicino non avrei avuto paura di niente.
Quante cose avremmo potuto e voluto fare insieme.
E invece. Eccomi qui.
Da sola ad affrontare i giorni.
Basta poco a mandare in frantumi
quest’equilibrio così fragile ed apparente
che cerco di ricostruire ogni giorno.
Una delusione, una grande ferita
e devo ricominciare tutto daccapo.
Umberto ci sono giorni che getterei la spugna.
Maria Rosaria

Lascia un commento