Il compleanno

“Il Signore non turba mai la gioia dei suoi figli,
se non per prepararne loro una più certa e più grande”

Ripenso spesso a questa frase.
Non esisterà gioia che, in giorni come questi, non faccia sentir male
come una ferita appena inferta, che non riapra i rubinetti.
Non la immagino una gioia che possa “compensare”
anche in piccola parte, tanto dolore.
Ma in questi anni ho camminato, un pò avanti un pò indietro,
ho conosciuto bellissime persone che rendono le mie giornate più sorridenti,
i “miei” bambini del sabato pomeriggio, non posso farne più a meno ormai,
parenti amici colleghi che si sono fatti in quattro per “tirarmi su”.
E poi Chiara Cristina Giuseppe, i miei pilastri.
Posso non vederli, anche non sentirli tutti i giorni, ma so che ci sono.
Ha ragione Amalia, esiste il ricordo. Dobbiammo accontentarci di questo.
La sua faccetta, la festa a sorpresa, le sue batture, la torta, le foto, gli sms…
DOBBIAMO farceli bastare.
Buon compleanno amore mio.
Maria Rosaria

Una risposta a “Il compleanno”

  1. Cara Maria Rosaria, purtroppo non abbiamo avuto modo di conoscerci se non di sfuggita e in questa terribile circostanza. Volevo solo dirti che ti ammiro tanto per la forza e la luce di speranza che nonostante tutto traspare dalle tue parole. Sei una persona speciale. L’ho sempre saputo, dal momento in cui Umberto ti ha scelta.
    Teresa

Lascia un commento