Concerto Vinicio

Qualche sera fa Vinicio mi ha fatto un regalo, anzi più di uno!
Ma l’ultima canzone, Ovunque Proteggi, è la prima volta che la sento ad un suo concerto.
Vinicio dal palco ha suggerito di prendere una dama e di ballare stretti.
Dopo aver cantato, ballato con persone sconosciute…tutto si è fermato.
In quel momento ero sola.
E come spesso capita, tutto ciò che mi stava intorno è scomparso, tutto si è fermato.
E’ vero che il dolore e le lacrime prendono il sopravvento,
ma sempre mi accompagna la dolcezza del ricordo.
La consapevolezza di avere una persona speciale lassù che mi osserva e
che mi sta vicino, anche da lontano.
E poi…sentire il calore dell’abbraccio di mio marito
che si è fatto avanti tra la folla e che mi riporta pian piano alla calma.
Ovunque proteggi la grazie del mio cuore adesso e per quando tornerà l’incanto…

Maria Rosaria

Intitolazione

Giovedì 25 luglio 2013 alle ore 20.30,
sarà intitolata ufficialmente la sala convegni del convento di Santa Maria degli Angeli
(Torchiati – Montoro Superiore (AV)) ad Umberto Pastore.
L’intitolazione avverrà con una breve cerimonia, con la presenza dei familiari, degli amici,
delle autorità religiose, del Sindaco di Montoro Superiore Francesco De Giovanni.

L’invito è aperto a tutti quelli che hanno conosciuto ed apprezzato Umberto,
ci vediamo giovedì prossimo.

Ricordo

Domenica 30 Giugno, alle 20:30, ricorderemo Umberto 
Ci vediamo al chiostro del Convento di Torchiati Montoro, per passare mezz’ora insieme e parlare di Lui.
Vi aspettiamo.

Un grande regalo…

Voglio farti un regalo
Qualcosa di dolce
Qualcosa di raro
Non un comune regalo
…..
Vorrei donare il tuo sorriso alla luna perché
Di notte chi la guarda possa pensare a te
Per ricordarti che il mio amore è importante
Che non importa ciò che dice la gente….
…..
E se arrivasse ora la fine
Che sia in un burrone
…..
Amore dato, amore preso, amore mai reso
Amore grande come il tempo che non si è arreso
Amore che mi parla coi tuoi occhi
…..

Maria Rosaria

2 Febbraio

La vita, se vogliamo chiamarla così, mi inaridisce l’anima.
Ho perso di vista le cose importanti. Non mi riconosco piu’.
Ho pochissime certezze, forse due tre, tra cui il mio angelo in terra
E sicuramente tu. Il ricordo e l’amore per te, per sempre.
Buon compleanno mio angelo in cielo.

Maria Rosaria 

Anniversario

Convento Santa Maria degli Angeli,
Torchiati Montoro Superiore,
venerdì 19 Ottobre alle ore 19.00
per ricordarti insieme,
per ricordare ancora, e non solo, la tua umiltà.
Potevi parlare con chiunque,
un medico uno scienziato,
un muratore un imbianchino,
un passante un conoscente un amico….
Avresti capito ognuno di loro,
e ognuno di loro ti avrebbe capito.

vivete con gioia e semplicita’
state buoni se potete
tutto il resto e’ vanita’
tutto vanita’ solo vanita’
lodate il Signore con umilta’ a lui date tutto
l’amore nulla piu’ vi manchera’…

Maria Rosaria

Papi

Sono passati tre anni da quando ti sei addormentato.
Non passa giorno senza pensarti, senza rimproverarti un pò.
Senza rimproverarti un pò per ciò che hai fatto o non fatto,
per ciò che hai detto o non detto….
Però mi manchi tanto.
Ciao papà

Maria Rosaria

Il Maestro

Perduto amor perduto amor
so che mai più ti rivedrò
Perduto amor perduto amor
ma sempre a te io penserò.
Così per un capriccio del destino
un grande amor vi lascia e va…
……
E guarirai da tutte le malattie,
perché sei un essere speciale,
ed io, avrò cura di te.
Ti porterò soprattutto il silenzio e la pazienza.
Percorreremo assieme le vie che portano all’essenza.
I profumi d’amore inebrieranno i nostri corpi,
la bonaccia d’agosto non calmerà i nostri sensi.
Tesserò i tuoi capelli come trame di un canto.
E guarirai da tutte le malattie,
perché sei un essere speciale,
ed io, avrò cura di te.
Ti porterò soprattutto il silenzio e la pazienza.
Percorreremo assieme le vie che portano all’essenza.
I profumi d’amore inebrieranno i nostri corpi,
la bonaccia d’agosto non calmerà i nostri sensi.
Tesserò i tuoi capelli come trame di un canto.

Ogni volta che ascolto il Maestro,
non posso non pensare a te con più forza.
Lo conosco ed amo di piu’ grazie a te.
Ma le correnti gravitazionali non ho saputo superarle,
e tu sei andato via…

Maria Rosaria

Addio. Arrivederci.

Non scrivo piu’ come prima, è vero,
ma non credere che non ti pensi piu’ o che mi dimentichi di te!
Non puo’ accadere, mai. Sei con me sempre, anche in piccoli gesti, espressioni, ricordi.
E poi in momenti come questi, il ricordo è piu’ vivo e pungente.
Alfonso se n’è andato durante una partita di calcio una settimana fa;
il suo sorriso, nonostante le difficoltà, era per tutti.
Paolo è diventato sempre più piccolo fino a scomparire con i suoi soli quindici anni.
Eccolo, il dolore che ti accompagna nell’anima, esce fuori con tutta la sua violenza.
“Tu sai cosa si prova, mi puoi capire”….si lo so, lo sappiamo cosa si sente.
Anche se forse in questo caso, preferirei non capire.
La schiera di coloro che ci guardano dall’alto si è popolata di altri due Angeli.
Addio Alfonso, Addio Paolo. O arrivederci.

Maria Rosaria